Lucchi Stefano


Ho sviluppato interesse e le prime tecniche di recitazioni con esperienze scolastiche, poi negli anni ho avuto modo di collaborare, saltuariamente in alcuni spettacoli, ma credo che la mia vocazione principale sia scrivere.<br>
Ho iniziato a scrivere da ragazzino, non saprei dire con esattezza a che età, dapprima cercavo di scrivere cose puramente divertenti, poi con gli anni, ho affinato una tecnica di scrittura Noir, con la quale, anche utilizzando un pizzico di ironia, cerco di trattare argomenti pesanti in maniera piacevole.<br>
In sintesi il mio pensiero su come dovrebbe essere un mio testo lo si ricava da una mia citazione:<br>
“i mei testi non devono piacere, ma devono dare quel piacere sottile e strano che si prova subito dopo aver preso un pugno nello stomaco, o mentre si sta torturando una ferita, sapendo che non va fatto ed è doloroso, ma si prova un certo piacere a farlo, lo stesso vorrei accadesse leggendo miei testi…”<br>
Con questa filosofia, e con la collaborazione del direttivo di questa associazione, sto tentando di adattare, per poi portare in scena, alcuni dei miei scritti.